Aereo

16 maggio: Giorno internazionale della luce

Lampade IR e luce UV sul volo che vi porta in vacanza

Avete intenzione di andare in vacanza in aereo? Sapevate che quando volate beneficiate degli irraggiatori di luce speciale?

  • La radiazione IR e le lampade Flash aiutano a produrre componenti di aeroplani di qualità superiore
  • La luce UV mantiene pulita l'acqua potabile
  • Le lampade analitiche sono d'ausilio durante i controlli di sicurezza e contribuiscono a mantenere pulita l'aria
  • Gli irraggiatori speciali vengono utilizzati persino sulle t-shirt che acquistate in vacanza e per lo spuntino offerto in aereo

Informatevi meglio sulle incredibili applicazioni della luce!

Aereo GKN

Un sistema di riscaldamento all'infrarosso aiuta a garantire la qualità elevata dei componenti in materiali compositi degli aeromobili che vengono prodotti nel nuovo impianto di GKN Aerospace presso Western Approach, vicino a Bristol. Il sistema all'infrarosso è stato realizzato su misura per soddisfare le necessità del cliente che doveva riscaldare elementi in composito stratificato, successivamente utilizzati come strutture portanti delle ali di poppa dell'Airbus 350 XWB. Durante il processo produttivo il calore infrarosso contribuisce a prevenire problemi strutturali negli strati di composito di cui sono costituiti i pregiati componenti dell'aeromobile. Dopo i primi test il nuovo sistema all'infrarosso è stato messo a punto presso il centro di applicazione di Heraeus di Neston in stretta collaborazione con gli ingegneri della GKN Aerospace.

Nel nuovo impianto "Western Approach" un'importante fase di lavoro è la produzione della struttura portante in materiale composito delle ali di poppa dell'Airbus 350 XWB. A questo fine un nastro in composito pre-preg al carbonio viene steso a più strati su una forma specifica per il rispettivo elemento della struttura portante e successivamente indurito in autoclave. Nelle lavorazioni così complesse, in cui il composito viene stratificato con notevole precisione fino a formare una struttura dalla forma e dalle dimensioni definite, sulla superficie possono presentarsi difetti strutturali che dipendono dall’'assemblaggio del composito. La presenza di vuoti o di eccessi resinosi tra gli strati di composito determina alterazioni, conseguenti difetti strutturali ed indebolimenti della struttura in composito. Per evitare queste alterazioni si ricorre spesso all'ispessimento a strati della struttura in composito. Durante questo processo la tenuta degli strati di composito viene ripetutamente "fissata" sotto vuoto con l'applicazione di calore moderato. A questo fine le forme con gli strati in composito vengono continuamente inserite, in involucri sottovuoto, tra la struttura multistrato e l'aria o i gas vengono compressi tra i laminati in pre-preg; in questo modo, con l'impiego di calore, viene rafforzata l'aderenza e viene fissata la struttura degli strati di composito.

Gli ingegneri di GKN hanno chiesto a Heraeus di effettuare primi esperimenti con gli irraggiatori all'infrarosso. Sono seguiti esperimenti sul posto, presso Western Approach, eseguiti con un sistema portatile all'infrarosso. Questi esperimenti hanno avuto un successo tale che, dopo il prototipo, è stato consegnato un sistema pronto per la produzione, con zone singolarmente regolabili che controllano in modo preciso e uniforme il riscaldamento superficiale anche su elementi estremamente grandi.

Maggiori informazioni sui processi compositi di Heraeus con il calore infrarosso sono disponibili nel nostro sito Web.

Qui trovate maggiori informazioni sulla tecnologia humm3 .

Lampade PID in aeroporto

L'inquinamento dell'aria causato da ozono, biossido di azoto, composti organici volatili (COV) e polveri sottili provenienti soprattutto dalle emissioni dei veicoli, contamina l'ambiente mettendo in pericolo la salute delle persone. L'aria inquinata può addirittura ridurre la speranza di vita. Per comprendere meglio i fattori che determinano l'inquinamento dell'aria è importante monitorare in tempo reale la qualità dell'aria.

Nell'ambito di un progetto di ricerca eseguito in collaborazione con l'Università di Cambridge, UK, presso l'aeroporto londinese di Heathrow è stata installata una rete di sensori con 50 stazioni volta a misurare l'inquinamento dell'aria causato dal traffico stradale e aereo presso l'aeroporto. Sui pali dei lampioni sono stati fissati piccoli strumenti a batteria contenenti una serie di sensori che consentono di misurare diversi gas, composti organici volatili e polveri sottili. Per i rivelatori a fotoionizzazione dei sensori sono state utilizzate le lampade PID speciali di Heraeus Noblelight.

Ecco come le lampade PID consentono di analizzare l'aria e di proteggere dalle immissioni

La misurazione dei composti organici volatili mediante rivelatori a fotoionizzazione mobili è un metodo economico che permette di monitorare il livello di inquinamento e la qualità dell'aria nelle città. La tecnologia PID consente una rivelazione rapida, con una sensibilità nell'intervallo ppb. Le lampade PID di Heraeus si distinguono per la lunga vita utile e per la purezza spettrale, che permette di eseguire analisi riproducibili e convenienti dal punto di vista dei costi. Con il termine fotoionizzazione si definisce l'assorbimento di fotoni ricchi di energia da parte di una molecola con conseguente ionizzazione della molecola. La corrente generata nel rivelatore attraverso la fotoionizzazione è proporzionale alla concentrazione della molecola; di conseguenza la fotoionizzazione fornisce un metodo semplice di determinazione quantitativa di numerosi composti. Il metodo non è distruttivo e quindi può essere applicato in combinazione con altri rivelatori che vengono commutati successivamente per ampliare lo spettro delle analisi. I fotoni ionizzano solo le molecole con energia di ionizzazione inferiore all'energia dei fotoni.

Heraeus produce un'ampia gamma di lampade PID nelle versioni HF e DC in grado di soddisfare sia requisiti standard, che i requisiti specifici dei clienti. Le versioni HF sono ideali per i rivelatori portatili, poiché sono più piccole e richiedono meno energia; per gli strumenti di laboratorio sono preferibili gli apparecchi DC.

Disinfezione UV dell'aria

I microorganismi presenti nell'aria – come virus, batteri, lieviti e muffe - si trovano soprattutto negli ambienti affollati come gli aeroporti, gli ambulatori medici, gli ospedali e l'industria. Questi agenti patogeni compromettono la salute delle persone, contaminano le materie prime e deteriorano i prodotti alimentari.

La radiazione UV consente di ridurre in modo affidabile gli agenti contaminanti e di migliorare le condizioni igieniche e di magazzinaggio. Per diminuire a lungo termine il livello di germi è possibile disinfettare l'aria contaminata già nei canali d'ingresso dell'aria. In particolare la radiazione UV a onde corte è in grado di svolgere un'azione fortemente battericida. Essa viene assorbita dal DNA dei microorganismi e ne distrugge la struttura. In questo modo vengono neutralizzate le cellule viventi.

Informatevi meglio sul nostro sito Web!

Airport_security

La minaccia sempre più pressante del terrorismo causa un aumento costante della richiesta di controlli delle sostanze pericolose. Negli aeroporti, nelle zone di confine e nelle infrastrutture i consueti prodotti chimici industriali possono essere fonte di grave pericolo. Le lampade di rilevazione a fotoionizzazione (PID) estremamente sensibili consentono di rilevare una serie di materiali - composti organici volatili (COV) -.

Fotoionizzazione è il termine utilizzato per definire l'assorbimento di fotoni dotati di energia sufficiente da parte di una molecola e la conseguente ionizzazione della molecola. La corrente che si forma attraverso la ionizzazione si comporta in modo proporzionale alla concentrazione delle molecole. Quindi la lampada PID rappresenta un metodo semplice per analizzare quantitativamente numerosi composti. Oggi i rivelatori di tracce di esplosivo (apparecchi ETD) utilizzano lampade PID che generalmente vengono impiegate nella gascromatografia generale, per la rilevazione dei gas residui e per la ionizzazione dei campioni nella spettrometria di massa. La necessità di rilevare i composti organici volatili ha comportato un aumento della richiesta di lampade PID di Heraeus.

I nostri clienti traggono profitto dal know-how e dall'esperienza degli sviluppatori. Collaboriamo strettamente con i produttori degli impianti per sviluppare e realizzare prodotti in grado di soddisfare le esigenze specifiche dei clienti. Di conseguenza le fonti di luce speciale di Heraeus sono in grado di soddisfare le particolari richieste dei clienti in termini di misure e prestazioni. Heraeus Noblelight è il primo produttore di fonti di luce speciale PID ad aver introdotto la produzione automatizzata di lampade PID. La produzione automatizzata facilita la riproduzione delle lampade, ne aumenta la qualità e rende ancora più affidabili e precisi i processi di analisi.

Nel nostro sito Web trovate ulteriori informazioni sui vantaggi delle lampade PID di Heraeus .

Pizza

Partenza! L'aereo decolla, finalmente c'è aria di vacanza e le hostess iniziano a distribuire la pizza – i tranci devono venire riscaldati velocemente, il formaggio deve essere caldo, ma i bordi non devono bruciarsi.

Ian Bartley e Jon Wood erano a bordo dell'aereo Emirates, ma non erano diretti in vacanza; andavano a Dubai per affari, avevano l'incarico di sorvegliare l'installazione di un sistema all'infrarosso a carbone dell'azienda Foodpoint. Presumibilmente in aereo erano gli unici a sapere cosa aveva reso croccanti i bordi della pizza servita…

Sugli aerei diretti negli USA o in Australasia i tranci di pizza sono un amato spuntino offerto dal Gruppo Emirate Airlines. Tuttavia sopra le nuvole non è facile cuocere una pizza a puntino. L'azienda Foodpoint di Dubai è certificata Halal e produce pasti precotti di ogni tipo per tutti i voli dell'Emirate Airlines e di altri clienti in Medio Oriente. Gli amati tranci di pizza pongono una sfida particolare: devono venire pre-cotti in modo che, con il minor impegno possibile, siano pronti per essere consumati e appetitosi. A questo fine da alcuni mesi Foodpoint utilizza un modulo all'infrarosso di Heraeus. I tranci di pizza vengono precotti con le lampade all'infrarosso al carbone e quindi immediatamente congelati. I collaboratori di Foodpoint sono entusiasti della nuova soluzione: „Il forno all'infrarosso ci aiuta a garantire una qualità elevata, Heraeus è il nostro partner ideale!“

Maggiori informazioni sulla preparazione degli alimenti con il calore infrarosso

elettronica stampata

L'elettronica stampata e le funzionalità dei circuiti stampati stanno prendendo sempre più piede: si ritrovano negli RFID (radio frequency identification), nelle carte telefoniche e di credito (smart card), fungono da protezione crittografica e proteggono i documenti d'identità. Per produrre i circuiti d'elettronica stampata vengono applicati inchiostri organici o inchiostri a base di metallo su pellicole di plastica, carta o vetro. Indurimento, asciugatura e sinterizzazione sono procedimenti necessari per raggiungere la conduttività e le caratteristiche semiconduttrici o dielettriche desiderate.

Per eseguire questi processi ci si avvale di irraggiatori UV o LED, lampade flash o sistemi a infrarossi corredati da una rispettiva unità di controllo intelligente. In base all'applicazione vengono scelti irraggiatori con una lunghezza d'onda perfettamente idonea al rispettivo inchiostro e substrato.

Informatevi meglio sul nostro sito Web!

Sicurezza in aeroporto

Gli irraggiatori all'infrarosso al carbone ottimizzano l'asciugatura delle stampe su t-shirt e altri tessuti realizzata con gli essiccatori di Calmatech BV, nei Paesi Bassi. Gli irraggiatori sfruttano l'energia in modo molto più efficiente rispetto alle lampade alogene utilizzate in passato e richiedono solo la metà del tempo.

Calmatech BV è un produttore di essiccatori rapidi e a tunnel per tessuti noto a livello internazionale. Gli essiccatori possono essere utilizzati sia su diversi caroselli che, "liberi", su impianti mobili. Il fiore all'occhiello dell'essiccatore sono gli irraggiatori all'infrarosso al carbone a onde medie di Heraeus che hanno sostituito le lampade alogene convenzionali. Nell'essiccatore gli irraggiatori al carbone sono disposti in modo così strategico che sulla superficie tessile viene raggiunta una distribuzione del calore molto uniforme. La lunghezza d'onda media è ideale per asciugare la superficie. Gran parte dell'energia irraggiata dalle lampade alogene a onde corte utilizzate in passato attraversava il colore e il tessuto. Così per asciugare ogni colore stampato a setaccio mediante le lampade alogene erano necessari dai sette agli otto secondi, mentre le lampade al carbone richiedono solo dai due ai tre secondi. Inoltre l'impianto non viene più riscaldato inutilmente. Gli irraggiatori all'infrarosso al carbone reagiscono nell'arco di pochi secondi e quindi sono adatti alla pulsazione, devono venire accesi solo quando sono necessari. Le lampade alogene, al contrario, dovevano essere mantenute costantemente in stand-by e quindi consumavano costantemente corrente.

Jurgen van Oostrum, amministratore di Calmatech BV, ne è convinto: „Il passaggio agli irraggiatori all'infrarosso al carbone ha reso molto più efficiente il nostro essiccatore tessile. I nostri clienti apprezzano soprattutto il risparmio di corrente conseguito attraverso i brevi tempi di asciugatura e il riscaldamento delicato dei tessuti. In questo modo la superficie viene asciugata in modo delicato, senza che i tessuti si scolorino, e le basi non vengono surriscaldate.“

Informatevi meglio sugli irraggiatori all'infrarosso al carbone sul nostro sito Web.

to top