Calore infrarosso per l'elettronica stampata

L'elettronica stampata e le funzioni stampate stanno prendendo sempre più piede: esse vengono utilizzate sotto forma di RFID (radio frequency identification), nelle carte telefoniche o di credito (smart card), come protezione crittografica o come protezione nei documenti d'identità. Per produrre i circuiti d'elettronica stampata si applicano inchiostri organici o a base di metallo su pellicole di plastica, carta o vetro. Indurimento, asciugatura e sinterizzazione sono procedimenti necessari per ottenere la conduttività e le caratteristiche semiconduttrici o dielettriche desiderate.
Per questi processi vengono utilizzati irraggiatori UV o LED, lampade a luce pulsata, forni ad aria calda o sistemi all'infrarosso innovativi, completi di unità di controllo intelligenti.

Vantaggi del calore infrarosso:

  • Un sistema all'infrarosso innovativo, completo di unità di controllo intelligente, può eseguire numerosi processi d'asciugatura e sinterizzazione diversi. Così non sono necessarie sostituzioni.
  • Gli irraggiatori all'infrarosso trasferiscono energia senza contatto e generano calore solo all'interno del prodotto.
  • La lunghezza d'onda, la potenza e la forma degli irraggiatori all'infrarosso possono essere adeguate a materiali funzionali e a sostrati diversi.
  • Tempi di reazione rapidi minimizzano i danni in caso di interruzioni o di strappi inattesi del nastro.
  • Metodi numerici moderni, come il Ray Tracing o il Computational Fluid Dynamics, contribuiscono a riscaldare in modo più omogeneo possibile i materiali.
  • Una sofisticata tecnologia a riflettori contribuisce, a sua volta, a sfruttare in modo ottimale l'energia.
to top